Froome, Yates e Sivakov lanciano la sfida: “Pronti per una gara spettacolare”

Nella conferenza stampa della vigilia, il russo campione uscente e i due britannici non hanno nascosto le loro ambizioni in vista di un Tour of the Alps ad alta intensità sulle strade dell’Euregio. Domani la prima tappa, da Bressanone a Innsbruck: 2 ore di diretta a partire dalle 14.00

Ormai mancano solo poche ore e sarà di nuovo Tour of the Alps. La corsa euroregionale ha vissuto a Bressanone domenica 18 Aprile una vigilia diversa, ma non certo meno intensa del solito. Al contrario, è stata una giornata di grande movimento, con tutta la carovana chiamata a sottoporsi ai controlli COVID in vista di un evento che ha messo in atto il massimo impegno per la sicurezza da ogni punto di vista.

Come di consueto, nella domenica prima del via è andata in scena la conferenza stampa con tre grandi nomi di questa 44° edizione, i britannici Chris Froome e Simon Yates (Team BikeExchange) e il campione in carica Pavel Sivakov, nell’occasione svoltasi in diretta streaming. I tre protagonisti hanno espresso, in modo diverso, la loro grande voglia di Tour of the Alps: Froome torna per la terza volta consecutiva per vivere “a race to enjoy”, come lo ha definito lui stesso; Yates per mettersi alla prova per la prima volta in una gara che può esaltarne le doti; Sivakov per confermarsi nella corsa che lo ha consacrato due anni fa.

Il Tour of the Alps è una corsa veramente dura e con atleti molto importanti al via. Un’occasione importante per me per affinare la forma in vista del Giro d’Italia”. Simon Yates è uno dei favoriti e nonostante sia alla prima esperienza sulle strade dell’Euregio sembra avere le idee chiare su cosa lo aspetterà sin dalla prima tappa di domani, la Bressanone-Innsbruck di 140,6 Km. – “Mi aspetto una corsa molto veloce e impegnativa – spiega il 29enne del Team BikeExchange – dove sarà importante farsi trovare pronti in ogni situazione: mi aspetto cinque giorni di gara molto dinamici e credo sarà un’esperienza fantastica”.

Per Chris Froome si tratta della terza partecipazione al TotA di fila: per lui non c’è un giro da preparare, ma il miglior colpo di pedale da ritrovare dopo il grave incidente del 2019. “Il Tour of the Alps mi piace molto, una corsa con tanta salita – ha detto il quattro volte vincitore del Tour de France. – Sono in crescita, mi sento sempre meglio e non vedo l’ora di mettermi alla prova. Al mio fianco ci saranno Dan Martin, che punta al Giro d’Italia, e una formazione molto competitiva. Le tappe sono come al solito brevi e intense, ma la quarta mi sembra quella decisiva

La tappa regina è la quarta, ma attenzione alla seconda: bisogna farsi trovar pronti,” ha confermato anche Pavel Sivakov. Il giovane russo punta a riconfermarsi con la consapevolezza di essere diventato un corridore molto importante nelle gerarchie dello squadrone INEOS-Grenadiers. “Ho un ricordo splendido del Tour of the Alps e sono felice di essere tornato – ha commentato il 24enne nato a San Donà di Piave. – “La forma è buona dopo il training camp di Tenerife e il TotA rappresenta un bel banco di prova in vista del Giro. L’assenza di Bernal? Non cambia molto per me ma è ovvio che tolga un po’ di pressione alla squadra”.

Da domani, lunedì 19 aprile, il Tour of the Alps entra nel vivo con la prima tappa, 140,6 Km da Bressanone a Innsbruck (via ufficiale alle 11.55). Una frazione senza lunghe salite ma con un percorso molto nervoso, caratterizzato dal passaggio in vetta al Brennero e dall’ascesa di Axams, da affrontare in due occasioni. Oltre a Sivakov, Froome e Yates l’attesa è forte anche per Nairo Quintana (Arkea-Samsic), Thibaut Pinot (Groupama-FDJ), Romain Bardet e Jai Hindley (Team DSM) e Hugh Carthy (EF Education – Nippo), senza dimenticare l’italiano Matteo Fabbro (Bora-Hansgrohe).

Si preannuncia un Tour of the Alps di rilevanza mondiale, e lo si evince anche dai dati sulla copertura mediatica. Sono oltre 100 i Paesi che potranno godere delle immagini della corsa a tappe euro-regionale, grazie alla diretta di 2 ore al giorno prodotta e distribuita da PMG Sport.

Eurosport, Eurosport Player e GCN daranno infatti visibilità mondiale alle cinque giornate di grande ciclismo nell’Euregio (Europa, Est Asiatico, USA, Canada, Sudamerica, America Centrale, Area Pacifico, Subcontinente Indiano). In Italia, la corsa sarà visibile su Raisport, in streaming su Tuttobiciweb, La Repubblica, Federciclismo e sulla piattaforma PMG Sport, che insieme a K19 distribuirà la corsa in chiaro a tutti gli appassionati anche in territorio austriaco in tutte le cinque tappe. In Francia e in Danimarca, Equipe TV e TV2 riproporranno in diretta una corsa che già da anni produce grandi risultati di ascolto.

Il TOUR OF THE ALPS IN DIRETTA


  • Tappa 1 – Lunedì 19 Aprile (14.00-16.00 CET)

  • Tappa 2 – Martedì 20 Aprile (14.00-16.00 CET)

  • Tappa 3 – Mercoledì 21 Aprile (12.30-14.30 CET)

  • Tappa 4 – Giovedì 22 Aprile (14.00-16.00 CET)

  • Tappa 5 – Venerdì 23 Aprile (14.00-16.00 CET)