Al TotA occhi puntati sul tappone: si scala il Giovo prima dell’arrivo a Scena

La seconda tappa del Tour of the Alps (Reith im Alpbachtal-Scena, 178,7 Km) prende il via alle 10.45. Dopo la fiammata di ieri, nuovo banco di prova per Nibali sul Passo Giovo. Si parte con Geoghegan Hart in ciclamino. Diretta TV a partire dalle 14.00

Buongiorno dalla seconda tappa del Tour of the Alps 2019. La corsa euro-regionale si prepara a lasciare il Tirolo per approdare in Alto Adige con la frazione più impegnativa, la seconda (Reith im Alpbachtal-Scena, 178,7 Km). Prima dell’esplosiva ascesa conclusiva verso la “Schlossweg” di Scena, si affronterà il Passo Giovo, la vetta più alta di tutto il Tour of the Alps coi suoi 2094 metri. L’arrivo nel centro del Burgraviato non determinerà con ogni probabilità il vincitore del TotA 2019 ma certamente svelerà chi non lo vincerà.

Dopo la fiammata della prima tappa, occhi puntati su Vincenzo Nibali, parso il più in palla fra gli uomini di classifica, ma attenzione agli agguerriti giovani del Team Sky, la maglia ciclamino Tao Geoghegan Hart e il russo Pavel Sivakov, abilmente lanciati all’attacco da Chris Froome nella giornata di ieri.

DISPOSIZIONI
Ritrovo: Reith im Alpbachtal, Dorf, h 9:00
Partenza: Radfeld B171 Tirolerstrasse, h 10:45
Arrivo: Scena, Via Castello, h 15:25
TV: Reith im Alpbachtal, Km 23,1
GPM: Tulfes (3a cat., Km 60.5); Passo di Monte Giovo (1a cat., km 134.4)

PARTENZA: REITH IM ALPBACHTAL. Reith im Alpbachtal è un comune di 2.735 abitanti. Il lago Reither See, meta di bagni estivi, è una delle attrazioni simbolo del paese assieme ai coloratissimi balconi fioriti delle affascinanti case contadine. In passato, la località si è guadagnata il titolo di “villaggio fiorito più bello d’Europa“. Un’altra attrattiva locale che merita di essere visitata è il Castello di Matzen, che ora ospita un albergo di lusso. Accanto al castello sorge il parco di Matzen-Park, un polmone verde di ben 15 ettari.

SULLA STRADA: Il collegamento più rapido tra la Val Passiria e l’Alta Valle Isarco è il Passo Giovo. Con i suoi 40 chilometri e il suo tracciato variegato, la strada serpeggia in ampie curve tra S. Leonardo e il valico e poi giù in territorio austriaco. Quando sugli ultimi chilometri il paesaggio si apre, dai tornanti si gode di una vista spettacolare su tutta la Val Passiria. Sull’altro versante la strada scende attraverso boschi e pascoli fino alla cittadina di Vipiteno. Con i suoi oltre cento anni di vita, ancora oggi la strada di Passo Giovo rappresenta un’importante arteria turistica e un’apprezzata sfida per ciclisti e motociclisti.

LA TAPPA DEL GUSTO: Il Südtirol in cucina è un connubio di sapori che nasce dall’incontro tra diverse tradizioni culinarie. I tratti tipicamente mediterranei sono ben riconoscibili e danno alla cucina di tipo alpino un tocco particolare e leggero.

DA NON PERDERE: Con la sua architettura in legno massiccio e le splendide decorazioni floreali, Alpbach è considerata una delle località più belle di tutta l’Austria. Posto ad esattamente 1000 m. di altitudine, il villaggio è il punto di partenza per escursioni ricche di fascino sulle Alpi di Kitzbühel. In inverno, come in estate, l’Alpbachtal è una destinazione ideale per le vacanze in famiglia.

ARRIVO: SCENA. Con la sua posizione privilegiata sulla terrazza soleggiata che sovrasta Merano, Scena è circondata da bellissime montagne su cui l’escursionista trova innumerevoli sentieri di ogni livello di difficoltà. La storia medievale del centro del Burgraviato è strettamente legata alle sue roccaforti: in particolare, il castello di Scena può vantare una ricca collezione di armi antiche e una vasta raccolta di quadri e ritratti.

LA COOPERAZIONE VIAGGIA IN BICICLETTA: ECCO LA EUREGIO CYCLING COMMUNITY

Continua il viaggio dello speciale team della Euregio Cycling Community sulle strade del Tour of the Alps, atteso questa volta alla prova del Passo Giovo.

Euregio Cycling Community è il nuovo veicolo dei valori dell’Euregio su due ruote: un’unica squadra, formata da cicloamatori dei tre territori, che rappresenterà la realtà della cooperazione euroregionale ed i suo valori nei più importanti eventi granfondistici. La prima avventura della Euregio Cycling Community è legata proprio al Tour of the Alps: tre atleti per ciascun territorio hanno percorso infatti le cinque tappe dell’edizione 2019 alcuni giorni prima dell’evento, raccontandole da un punto di vista del tutto eterogeneo rispetto a quello sportivo. Un viaggio in bici che diventa uno specchio dell’Euregio, nei suoi tratti distintivi e particolarità, e una diapositiva dello stile di vita e dei valori fondanti dei tre territori.

LE CHIUSURE AL TRAFFICO

Per la seconda tappa del Tour of the Alps, le autorità le autorità del Tirolo hanno disposto un’ordinanza per la chiusura della circolazione 15 minuti prima del passaggio del veicolo di inizio gara e sino al transito del veicolo di fine gara. Inoltre, il tratto di strada che collega Patsch e Pfons sarà interdetto al traffico dalle 12 alle 14. Le autorità della Provincia Autonoma di Bolzano hanno invece disposto un’ordinanza di sospensione della circolazione, in entrambi i sensi di marcia, su tutte le strade interessate dalla corsa, almeno 40 minuti prima del passaggio del veicolo di inizio gara e sino al transito del veicolo di fine gara.

DISTRIBUZIONE TELEVISIVA

L’evento euro-regionale potrà godere di un’ora e mezza di diretta al giorno, dalle 14 alle 15.30, e circa venti ore complessive di programmazione.

TV: Eurosport 1 (Europa, Asia), RaiSport (Italia), TV2 (Danimarca), Equipe TV (Francia), Eurosport Italia (Italia), Bike Channel (Italia), Eleven (Nord America), EBU/Eurovisione, SkySport (Nuova Zelanda).
LIVE STREAMING: Eurosport Player (Europa, Asia, Australia), pmgsport.it, repubblica.it, tuttobiciweb.it, inbici.net, cicloweb.it, cyclingpro.net/spaziociclismo, lapresse.it, flobikes.com, (Stati Uniti, Canada, Sudamerica, Asia, Australia, Regno Unito), globalcyclingnetwork.com (Stati Uniti, Canada, Sudamerica), Facebook @PMGliveSport.