168.6 kmgara
4
23 aprile

Naturno

Attività all’aria aperta e strutture “wellness” riconosciute a livello internazionale: Naturno si distingue per uno stile di vita alpino-mediterraneo. Un luogo ideale per la vacanza attiva e le famiglie che hanno la possibilità di usufruire della funivia Unterstell che conduce al Monte Sole. Dalla vetta del monte, una serie di percorsi porta il turista alla scoperta delle antiche “Waal”, le vecchie rogge tipiche degli antichi sistemi di irrigazione sudtirolesi.

Valle del Chiese/Pieve di Bono

Le secolari tradizioni religiose hanno lasciato molte tracce nella Valle del Chiese: Pieve di Bono è uno degli esempi più fulgidi. Punti di particolare interesse sono il Castel Romano, raggiungibile attraverso lo splendido sentiero botanico, e il Forte Larino, dove si può arrivare camminando lungo i luoghi più significativi della Grande Guerra. In antichità, il villaggio rappresentava il centro economico e politico della conca omonima.

Descrizione

La tappa più lunga è anche quella con il dislivello complessivo maggiore; per questo la quarta frazione potrebbe prestarsi a dei rivolgimenti in classifica generale. Il circuito che porta fuori Naturns/Naturno è subito in salita e il primo GPM di giornata arriva poco più tardi, quando il gruppo si troverà a valicare i 1706 del tunnel di Passo Castrin, tetto del Tour of the Alps 2020. La lunga discesa ci porterà nella Val di Non in direzione Dimaro, per poi risalire con decisione verso Passo Campo Carlo Magno: 1000 metri di dislivello in quasi 14 km. L’asperità successiva si incontrerà nei pressi di Tione e si tratta dello strappo non banale di Selle Giudicarie. Probabile, però, che gli uomini di classifica decidano di giocarsi le loro carte affrontando l’inedita salita di Castel Condino verso Boniprati. 10 km di strada verticale che si concludono a 7km dal traguardo di Pieve di Bono.

Pedala con i Campioni

Scarica il percorso GPS e pedala come i campioni del #TotA

GPXKMZAltri formati
Powered by